Il Content Marketing funziona se si punta sulla qualità

12 marzo 2014

Le aziende investono sempre più tempo, denaro ed energie nel Content Marketing. Ma creare e condividere contenuti è sempre efficace? Josh Kerr, in un articolo pubblicato su Entrepreneur sostiene che nella maggior parte dei casi il Content Marketing è fallimentare. Fare soldi con il contenuto è un’impresa ardua.

L’articolo propone tre tattiche di engagement per costruire una comunità forte intorno ad un brand.

Le tre soluzioni sono le seguenti:

  • Fornire valore, non volume. Puntare sul valore significa non pubblicare troppo e in maniera veloce, ma presentare al lettore contenuti di qualità.
  • Procurarsi un aiuto professionale. Affidare i contenuti a delle risorse interne all’azienda può essere deleterio. E’ sempre meglio rivolgersi a comunicatori e blogger che hanno l’esperienza e le competenze necessarie.
  • Stabilire obiettivi e seguirli. La campagna di Content Marketing va ideata, realizzata e monitorata. I risultati devono essere misurati per poter, eventualmente, aggiustare il tiro.

Queste tre regole proposte da Kerr,  CEO e co-founder di Written.com, sono un valido aiuto per evitare che il Content Marketing sia inefficace.

Coinvolgere con dei contenuti i consumatori non è semplice, in ogni modo il Content Marketing è uno strumento sempre più diffuso. Il 93% dei Marketer  business-to-business sta utilizzando strategie di Content Marketing. Lo illustra un’interessante infografica di Media Mosaic che spiega le tendenze del Content Marketing nel 2014.

L’82% delle imprese prevede di investire di più nei contenuti, le infografiche vedranno un incremento e i Marketer B2B tenderanno a puntare di più sui Blog per veicolare informazioni e contenuti.

La grande vittoria è dei Social Media, che continueranno a dominare le strategie di Marketing nel 2014.

 

Content Marketing in 2014

Content Marketing in 2014

 

Commenti

commenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: