Social e politici: Gasparri, il tweet fuori luogo e l’articolo del Guardian

18 giugno 2014

Dopo la partita dei Mondiali di calcio 2014 Italia-Inghilterra, il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri si è lasciato scappare un tweet che ha scatenato l’ironia della rete.

Oltre ad aver insultato con parole poco carine gli inglesi, Gasparri ha peggiorato ancor di più la situazione con altre gaffe. Basta leggere il dialogo riportato qui sotto per accorgersene.  Dopo aver disprezzato gli inglesi ha scambiato Wired Italia, l’edizione italiana del noto magazine americano di tecnologia WIRED, per qualcuno che “si cela dietro l’anonimato”.

I tweet di Gasparri

Il tweet di Gasparri non è passato inosservato neanche in Inghilterra. Il Guardian ha pubblicato un articolo dal titolo “Italian politician under fire after labelling English ‘pretentious pricks’”, in cui sottolinea la volgarità del tweet dei mondiali e l’uso imbarazzante di Twitter da parte del Senatore.

Ma non finisce qui. La notizia dell’insulto è stata ripresa a catena anche da altri giornali. La ritroviamo sui britannici Daily Mail Online Telegraph e addirittura sull’International Business Times di New York.

Il cinguettio viaggia velocemente e i politici dovrebbero saperlo. Non si può pensare che su Twitter si possa dire tutto quello che ci passa per la mente come se fossimo al bar.  Se non si conosce la potenza di un mezzo, è meglio non usarlo.

Commenti

commenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: