#TriesteSocial: un progetto di marketing turistico e storytelling

13 maggio 2015

trieste socialCome si fa a raccontare una città attraverso i Social Media? Si sceglie un hashtag  e si cominciano a narrare notizie, eventi, luoghi, manifestazioni e soprattutto emozioni. È questa l’idea di partenza di #TriesteSocial, un progetto di marketing turistico per la valorizzazione della città di Trieste, creato da Rosy Russo di UAUAcademy e da Giovanna Tinunin di DOF Consulting.

L’azione di marketing è semplice ed efficace e potrebbe essere esportata anche in altre città della penisola. Sul web già si vedono alcuni esempi simili.

L’hashtag #TriesteSocial è trasversale e si può ritrovare su diverse piattaforme: Twitter, Facebook, Instagram, Google+, Youtube, Pinterest, Tumblr. Tutto ciò che viene condiviso sui Social Media va a finire sul Trieste Wall del sito www.triestesocial.it. L’obiettivo è promuovere la città, farla conoscere affidandosi allo storytelling.

Ogni evento o semplice racconto dei luoghi, viene divulgato anche con l’utilizzo di altri “sotto-hashtag” più specifici come #TriesteSea, #TriesteShopping, #TriesteSleeping, #TriesteFood, #TriesteBusiness, #TriesteEvents. In tal modo si generano delle conversazioni sui Social intorno ai vari aspetti della vita in città.

trieste social facebook

Trieste è un luogo che ha davvero molto da raccontare. Bastano pochi versi del poeta triestino Umberto Saba a farci immaginare il suo carattere, senza neanche averla mai visitata.

Trieste ha una scontrosa/grazia. Se piace,/è come un ragazzaccio aspro e vorace,/con gli occhi azzurri e mani troppo grandi/per regalare un fiore;/come un amore/con gelosia. […] La mia città che in ogni parte è viva/ ha il cantuccio a me fatto, alla mia vita/pensosa e schiva.

In queste poche immagini poetiche, la città viene descritta subito con un ossimoro: possiede una “scontrosa grazia”. Saba usa due attributi opposti per identificarla. È una città viva, che allo stesso tempo conserva per il poeta uno spazio riservato.

Se i versi richiedono riflessione e analisi, le immagini che utilizziamo sui Social – accompagnate da brevi descrizioni – sono immediatamente comprensibili a tutti. In entrambi i casi stiamo condividendo delle impressioni, delle suggestioni. Partecipare attivamente sui Social Media significa anche condividere un ricordo, un’emozione, qualcosa in cui altre persone si ritrovano. Un magnifico panorama su Instagram, ad esempio, può risvegliare negli altri la memoria di un viaggio, di una sensazione o può far venir voglia di visitare quel posto.

#TriesteSocial è un esempio di marketing turistico online. Una iniziativa che non vuole sostituirsi ai canali ufficiali, ma che è di supporto a Comune ed enti locali per la promozione del territorio. Un modello da poter seguire.

E se un progetto del genere venisse proposto in un Comune a sud di Roma? Come verrebbe percepito?

I cittadini del Lazio sono abbastanza “Social”?

Tentar non nuoce…

Commenti

commenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: